INFO smeraldi

Smeraldi

Durezza:  7,5 - 8.
Composizione chimica : Al2 Be3 (Si6 O18 )
Peso specifico: 2,8
Sistema cristallino: esagonale
Indice di rifrazione: 1,57
Birifrangenza : 0,006 Uniassico negativo

Lo smeraldo appartiene al gruppo dei berilli ed è una delle gemme più note fin dall’antichità. Gli Egizi già nel 2.000 a.C. sfruttavano i giacimenti di Diebel nel Sahara, vicino al Mar Rosso e la vendita degli smeraldi rappresentava una delle fonti dell’immensa ricchezza dei faraoni. Il colore di questa pietra è un verde indimenticabile che negli esemplari più belli viene definito " Jardin ". Sono le inclusioni fluide che danno alla pietra quel gioco di tonalità verdi che fa ricordare un angolo di giardino illuminato dal sole. Gli smeraldi migliori vengono tagliati a forme rettangolari ( taglio smeraldo ): è una forma rettangolare sfaccettata, ad angoli smussati e con faccette piane.
Gli smeraldi più belli oggi provengono dalle miniere colombiane di Muzo, Cosques e Chizaque. L'estrazione avviene quasi solo dalla roccia madre, dove lo smeraldo si trova in piccoli filoni o sulle pareti di cavità. Sicuramente i giacimenti più importanti, per la bellezza del materiale estratto, si trovano in Colombia. Gli altri grandi produttori di smeraldi sono: Brasile, Rhodesia, Russia, Zambia e Zimbabwe.

Il nome deriva dal greco smaragdos, ossia "pietra verde".

Lo smeraldo è una pietra generalmente piuttosto fratturata e questo la rende alquanto fragile.
Bisogna porre attenzione quando si pulisce lo smeraldo, non usando solventi, sostanze alcoliche o ultrasuoni. E’ consigliabile utilizzare acqua e sapone, con molta cautela nello sfregare la gemma.

Lo smeraldo, insieme all'acquamarina, appartiene alla specie dei berilli, di cui esistono anche altre varietà diversamente colorate. E' il più pregiato di tutti. Il colore è molto stabile alla luce ed al calore; cambia soltanto a temperature di 700/800 gradi. Soltanto le migliori qualità sono trasparenti, poiché spesso è reso traslucido da inclusioni di vario tipo. Più pregiato è il colore verde intenso, che conferisce ad una pietra un valore superiore a qualsiasi altra pietra pallida, per pura che sia. La distribuzione del colore è spesso irregolare, disposta a macchie o a bande. In genere la lucentezza si presenta vitrea. Come nel caso del rubino e dello zaffiro, l'utilizzo di una lente 10X permette di scoprire all'interno degli smeraldi, un mondo tutto particolare in grado di catturare l'attenzione dell'osservatore. L'insieme delle inclusioni veniva detto dagli esperti "effetto giardino". Purchè non siano abbondanti non sono considerate necessariamente difetti, ma, piuttosto, provano l'origine naturale della pietra e permettono di distinguerla dalle sintesi e dalle numerose altre imitazioni.

Copyright © Ghiraldin Ugo S.r.l. - P.IVA 00065400285

Powered by Magento and GestioneInternet